logo greenwalls
Chiodatura verde
scavatrici, trivellatrici, perforatrici

Chiodatura verde

  • idrosemine, barre autoperforanti, consolidamento scarpate
  • idrosemine, barre autoperforanti, consolidamento scarpate
  • idrosemine, barre autoperforanti, consolidamento scarpate
  • idrosemine, barre autoperforanti, consolidamento scarpate
  • idrosemine, barre autoperforanti, consolidamento scarpate
  • chiodature terreni
  • chiodature terreni

Questa lavorazione fa parte delle opere geotecniche di consolidamento permanente delle scarpate di rilevati stradali, piazzali o altri spazi, oltre che di sostegno per fronti di scavo permanenti, con paramento esterno finito a verde. Green Walls Costruzioni Srl utilizza le chiodature a verde anche per opere definitive di messa in sicurezza (come le reti paramassi).
Una delle principali caratteristiche di questo tipo di intervento è il risultato estetico finale, simile a quello dato dalle terre rinforzate (distinte dal differente sistema di armatura del terreno dove, in questo caso, sono infissi tiranti passivi).

Per una stabilità globale.

Le chiodature a verde (o pareti chiodate a verde) garantiscono la stabilità globale e la rinaturalizzazione dei versanti.
Con questa lavorazione Green Walls Costruzioni assicura la stabilità interna grazie a una chiodatura eseguita con barre autoperforanti, con elevata resistenza alla rottura per trazione, collegate a un rivestimento flessibile, la rete elettrosaldata, sopra una geogriglia.

La rete metallica elettrosaldata.

Questa rete, utilizzata per le chiodature a verde, è trattata con zincatura a caldo per durare nel tempo.
La geogriglia, che si trova sotto la rete, è realizzata comunemente in poliestere o polipropilene. Questa evita l’erosione del terreno causata da piogge o altri eventi atmosferici, contenendo il materiale più fino.


Le fasi della lavorazione.

Per realizzare le chiodature a verde, Green Walls Costruzioni inizia con uno scavo di circa 2 metri di profondità, proseguendo con l’infissione di barre autoperforanti su misura per ogni caso. I tecnici della ditta proseguono il lavoro posando la rete elettrosaldata, con maglia di15x15 centimetri e diametro di 8 millimetri, fissata ai chiodi per formare un cassero di contenimento del terreno di riempimento.
In seguito la ditta riempie la struttura con terreno vegetale (ecco la base del processo di rinaturalizzazione) fino a coprire la rete elettrosaldata.
Il personale prosegue con il rivestimento attraverso geogriglia, in PE o PP con maglia stretta, e con la posa in opera di pannelli di rete elettrosaldata zincata, con maglia di 15x15 centimetri e diametro di 6 millimetri, fissata ai chiodi attraverso una piastra di ripartizione e dadi di bloccaggio.
Dopo aver controllato gli ancoraggi e il riempimento, gli esperti di Green Walls ripetono le fasi precedenti per tutta l’altezza dello scavo e procedono con il rinverdimento della scarpata attraverso l’idrosemina a spessore o la piantumazione di cespugli per garantire un paramento rinverdito.

I principali vantaggi delle chiodature a verde.

Tra i vantaggi di questa lavorazione è rilevante la riduzione dell’impatto visivo nell’ambiente grazie alla rinaturalizzazione dello spazio.
Con questa tecnica sono, inoltre, ridotti i volumi di scavo e gli spazi necessari alla lavorazione.